Contro Luce

Andare oltre alla idee ed ad un certo punto trovarti li. Iniziamo l'anno con il rosato spumante emiliano che non ti aspetti. Eclisse e Radice sono i lambruschi...

Gold Elegance

L'esperienza autentica del Soave che dal 1600 arriva ai giorni nostri attraverso una tradizione di famiglia sopravvisuta alla fillossera e oggi come allora come...

Vinexpo Parigi 2020

Il mondo è molto bello specialmente se osservato dalla lente del bicchiere. Siamo stati alla prima edizione di Vinexpo a Parigi tenutasi dal 10 al 12 Febbraio...

Color influencer

Ripensando se stessi per trovare il nuovo dove è sempre stato. Siamo in trentino dove a Mezzacorona esiste un rinnovamento spinto dalle generazioni di giovani...

  • Contro Luce

    Martedì 18 Febbraio 2020 00:00
  • Gold Elegance

    Martedì 18 Febbraio 2020 00:00
  • Vinexpo Parigi 2020

    Martedì 18 Febbraio 2020 00:00
  • Color influencer

    Giovedì 06 Febbraio 2020 00:00
Bocca Fior d'Arancio
Font Size Larger Font Smaller Font

fiori assaggi

Assaggi per raccontare l'alternativa a quello che si vuol bere nelle feste natalizie ormai alle porte. Un Moscato di cui vi innamorerete diverso da quello d'Asti prodotto da in Veneto alle porte della Provincia di Padova nel parco Colli Euganei; il territorio è di origine vulcanica, nato da eruzioni marine di lava basaltica. La varietà che ci interessa particolarmente è quella che viene prodotta nella zona  dei Colli Euganei della specie Moscato Giallo dal dolce aroma, il quale si caratterizza per la sua foglia media di forma pentagonale, di colore giallo a buccia  molto spessa che presenta un leggero velo di polvere  detta “pruina”. A parlarne con noi Franco Zanovello produttore importante di questa zona.

 

... Continuate a leggere e cliccate mi piace...

 

Franco Zanovello

Nella zona di produzione dei Colli Euganei  questa specie viene chiamata anche Fior d’Arancio;  la vendemmia viene effettuata nella prima metà del mese di  Settembre;   Di questo vino ne esistono due versioni: il primo è quello spumantizzato, che viene servito alla temperatura di 6° e lo si accompagna gradevolmente a dolci di pasta sfoglia, focacce e crostate di frutta (personalmente lo accosterei anche ad un ottimo dolce alla meringa). Nella versione dolce passito dal carattere suadente, amaliante, aromatico e persistente con un titolo alcolometrico di 15,5%;  viene servito ad una temperatura di  18° e lo si accompagna a pasticceria secca, biscotti in genere, o da provare pure con formaggi di media stagionatura leggermente grassi. Da provare.


Rimanete in compagnia di Michele e Stefano Sabato dalle 18.00 sui 90.0 MHz di Radio Icaro Rubicone o in web radio e pod cast qui su Assaggi Divini... e buoni Assaggi Divini a voi!


smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon